1.png

the rebel

communication

  • un Danno di Donna - Deborah S.

un Danno di Donna - ep. 1 Saggezza

Le relazioni importanti nella mia vita si possono contare sulle dita di una mano (in allegato, una foto esplicativa della mia mano).

Tipica mano femminile, di donna umile

Ma quelle che mi hanno segnata in maniera impressionante, sono proprio le ultime due, per la diversità e la specularità tra i due malcapitati.


Malcapitati che chiameremo, per comodità, Calogero e Salvatore.


Calogero aveva undici anni PIÙ di me, un uomo mite e di buon carattere, con un fisico da lanciatore di coriandoli e sollevatore di speranze. Con la maturità di un quindicenne, puro e immacolato nell'animo.


Calogero amava fare l'amore una volta al mese, di un anno rigorosamente bisestile, solo se c'era la luna piena e Marte in vergine.


Un uomo raffinato e delicato che, se gli aprivo palesemente la porta della "felicità", mi guardava come io guardo un piatto di zucchine bollite e senza sale.


Affidandomi alla saggezza femminile, chiedo consiglio ad una donna moderna, aperta ed evoluta.


Mia nonna.


Nonna Margherita, donna di novant'anni della vecchia Bagheria, nazi femminista fondatrice del club "La vagina è supremazia". Solo a quattordici anni scoprii che, in realtà, mio nonno non era muto, ma che non osava aprir bocca in sua presenza.


👵 "Eh bambina mia, chi troppo vuole nulla stringe, ma nel tuo caso stringi, piglia in mano e stringi, qualcosa si muoverà"

Seguii il suo saggio consiglio, ma ciò che ottenni fu una polemica sdegnata, con la voce in falsetto, di Nick Luciani, dei cugini di campagna, forse avevo stretto troppo.


Salvatore, invece, ha undici anni MENO di me, un uomo inquieto e con un carattere particolare (di merda proprio), con un fisico da lanciatore di vacche e sollevatore di tori. Con la mentalità di un settantacinquenne rompicoglioni, polemico e navigato nell'animo.


Salvatore ama fare l'amore tre volte al giorno, in caso di stanchezza estrema può accettare, malvolentieri, di scendere ad una, indipendentemente dalle fasi lunari.


Un uomo rustico e sconveniente che, se mi abbasso per prendere un calzino dal pavimento, mentre sono in pigiama di pile, occhiali da vista, mollettone nei capelli e baffi spessi, mi prende a pisellate sulla schiena al suono di:


  • 🐷 "Me vòi provocà? Viè qua zozzona che te rovino".


Trovandomi nuovamente in difficoltà, per un tipo di frequenza sessuale inusuale, chiamo ancora mia nonna. Lei, dall'alto della sua saggezza popolare, con la grazia e l'affetto che solo una donna siciliana di 90 anni ti può dare:


  • 👵 "Eh bambina mia... ma non ti sta mai bene un cazzo!"

  • 👸 "No, no, nonna, il cazzo mi sta bene, è l'utilizzo che ne fanno che trovo discutibile.


👵 "Chi dorme non piglia pesci. Fingi di dormire e non rompere più i coglioni a me, che non vedo un cazzo da quarant'anni, e non è per la cataratta!"

#nonnemoderne #undannodidonna



Leggi l'episodio successivo! Leggi l'episodio precedente!


Commenta quest'episodio su Facebook!

159 visualizzazioni

Rubriche

  • Facebook
  • Instagram
  • LinkedIn - Black Circle
  • Twitter
  • Tumblr Social Icon
TI PIACE QUESTO SITO?

CONTACT US

© Tutti i diritti riservati. Questo sito si avvale  della tutela della proprietà intellettuale e dell diritto di autore. I contenuti sono coperti dal diritto d'autore, è vietato condividerli senza citare la fonte.

  • Facebook
  • Instagram
  • LinkedIn - Black Circle
  • Twitter
  • Tumblr Social Icon