1.png

the rebel

communication

  • laradecarli88

un Danno di Mamma: l'ansia dell'attesa

La nostra serie TV si era conclusa con il riccio albino che aveva compiuto il suo dovere ed era tornato al suo posto, nell'angolino, in ginocchio sui ceci. Bene, ora, dopo le 1000 domande che a noi donne passano per la testa, arriva il fatidico giorno, quello del ciclo! Si sa, o arriva o non arriva, non ci sono alternative, non c'è la via di mezzo, al massimo anticipa o ritarda, ma comunque arriva in questi casi.


Se arriva, ovviamente, la colpa è del nostro riccio, sappiatelo, perché non si è impegnato abbastanza, se non arriva, probabilmente si è impegnato a dovere.


Ma, bando alle ciance, ciancio alle bande, speriamo che il ciclo non arrivi, come per i 9 mesi successivi, e, se possibile, per almeno altri 10/12 mesi.

Per chi è puntuale come un orologio svizzero, tipo la sottoscritta, con un ritardo sulla tabella di marcia di soli 10 minuti avrebbe già svaligiato 7 farmacie dai test di gravidanza.


Però, facciamo un passo indietro: l'attesa.


I giorni che ci separano dal giorno X, sono infami, non passano più, scorrono lenti come un bradipo addormentato, e non c'è niente da fare.

Una giornata sembra avere 46 ore, le settimane durano mesi. E tu, donna, che di secondo nome fai "Ansia", ti senti tutti i sintomi, primo fra tutti la nausea. Arriva il giorno X, che ti pare passato un anno, fai pipì sul primo test: 2 linee. La fai sul secondo: appare un +. Per sicurezza, la fai sul terzo, quello digitale: incinta 2-3.


Bene, sei incinta, e adesso?


Adesso corri a prenotare il ginecologo e le beta, che devi ripetere dopo 2/3 giorni per vedere l'andamento e ti fanno più buchi di un groviera, ma tu, felice come una pasqua, ti faresti bucare altre 700 volte, nonostante la tua fobia per gli aghi, pur di vedere il tuo fagiolino crescere. ❤️


27 visualizzazioni

Rubriche

  • Facebook
  • Instagram
  • LinkedIn - Black Circle
  • Twitter
  • Tumblr Social Icon
TI PIACE QUESTO SITO?

CONTACT US

© Tutti i diritti riservati. Questo sito si avvale  della tutela della proprietà intellettuale e dell diritto di autore. I contenuti sono coperti dal diritto d'autore, è vietato condividerli senza citare la fonte.

  • Facebook
  • Instagram
  • LinkedIn - Black Circle
  • Twitter
  • Tumblr Social Icon